1

necrologi

marina della piazza stalla mucche

Per la rubrica “I Coragiôs” in questa puntata

siamo a Cosasca, in un grande capannone in mezzo al verde, esce della musica, ma non si tratta di una discoteca, è una moderna stalla. Avvicinandoci vediamo una fila di mucche che stanno mangiando a suon di musica. Marina Della Piazza da impiegata in un noto studio commerciale domese è diventata imprenditrice agricola. Dopo alcuni anni dietro ad una scrivania ha capito che quello non era il suo lavoro. Ha proseguito sulle orme dei genitori che erano coltivatori ed allevatori, e ha ampliato le loro prime iniziative. Nel 2014 Marina, con l'aiuto del marito Riccardo Maccagno, ha realizzato la grande stalla che ospita un'azienda agricola efficiente e moderna nella quale ora lavora anche il figlio Jodi. L'Azienda agricola Marina Della Piazza è diventata da poco “Società agricola semplice Della Piazza”. “C'è sempre stata la passione - spiega - ora ci siamo ingranditi e abbiamo 68 mucche”. Marina ha esteso le sue competenze dalla produzione alla trasformazione e vendita di prodotti alimentari. Nella stalla le mucche non sono legate alla catena, ma libere e divise in quelle in asciutta da quelle in lattazione, c'è la sala di mungitura dove entrano cinque alla volta, vengono munte ed escono nella corsia di alimentazione. A fine giugno inizierà la transumanza estiva e le mucche lasceranno la stalla di Cosasca e verranno portate all'alpe Monscera, dove rimarranno fino a settembre. Dal latte vengono prodotti oltre al burro, il formaggio nostrano di Cosasca e dell'alpeggio, e in inverno anche un tipo di taleggio chiamato “Quarata”. “E' un lavoro sacrificante – dice Marina - ma dà soddisfazioni. Abbiamo un piccolo punto vendita a casa e poi vengono forniti negozi di Domodossola, ristoranti e privati”. Jodi Della Piazza ha 22 anni, terminata la scuola di agraria tre anni fa ha deciso di intraprendere questa strada e continuare quello che i genitori avevano creato. “Il lavoro c'è ma non è più pesante come un tempo – dice - la fatica oggi viene alleggerita grazie ai macchinari, ai trattori ai nuovi sistemi di pulizia. E' un lavoro che consiglio ai giovani”.

Mary Borri 13 giugno 2017