1

necrologi

parigi treno

Qualche giorno fa ero a Parigi per visitare gli enormi lavori che la città fa per costruire nuove linee Metro, linee S e di tram nei suoi sobborghi. Parigi ed il suo hinterland hanno 13 milioni di abitanti continuamente in viaggio!

Una ventina di anni fa si era costruita, una grande rete autostradale intorno a Parigi, come la conosciamo anche attorno a Milano (5-7 milioni di abitanti) e a Roma (5-6 milioni di abitanti). Nel frattempo si è capito che non è possibile gestire il traffico cittadino intasandolo di veicoli privati e che qui non servono né il car-sharing, né le auto elettriche; che le biciclette o le trottinette, sono utilizzabili relativamente in centro, ma sicuramente non da tutti! Insomma tutti questi mezzi non sono adatti ad esaurire il bisogno di mobilità delle grandi città e dei loro dintorni..

Per questo motivo, il governo, la regione Ile de France, la città di Parigi e la RATP (Paris Transport Authority) hanno costituito la "Societé du Grand Paris", che, con 34 miliardi di euro entro il 2030, completerà l'attuale rete ferroviaria metropolitana e tramviaria suburbana intorno a Parigi e ridurrà notevolmente i tempi di percorrenza.

Finora, tutti i collegamenti erano diretti verso il centro di Parigi. Ora sarà possibile raggiungere tutte le destinazioni intorno alla "Ville Lumiere" in modo rapido, sicuro ed ecologico: un’altra “visione” sta diventando realtà!

A lavorare sul “ Grand Paris Express” ci sono aziende europee, come l'italiana Pizzarotti di Parma insieme all'impresa svizzera Implenia. Implenia ha partecipato con successo a molti grandi progetti in campo mondiale e, non ultimo, alla costruzione del lunghissimo tunnel del Gottardo. La stessa Implenia offre a giovani ingegneri di tutte le nazionalità, l'opportunità di lavorare, con precisione svizzera, a tutti i progetti a cui partecipa.

Il lavoro al di fuori dei confini nazionali è molto importante, perché permette d’imparare a conoscere e competere con altre idee, così da essere pronti per sempre nuovi progetti nel proprio, come negli altri paesi.

Walter Finkbohner - 5 novembre 2018

paris grand express