1

necrologi

 seelisberg vista lago

SVIZZERA- 14-08-2020-- 720 anni fa, su un prato,

in alto sopra il lago dei Quattro Cantoni, vicino al villaggio di Seelisberg nella Svizzera Centrale, fu fatta la prima associazione tra tre comunità svizzere. Pochi però sanno, che questa “associazione” fu creata prendendo spunto dalla «seconda Lega Lombarda» tra i comuni che si opponevano, con successo, contro le tasse esose dell’Imperatore. Questa notizia arrivava attraverso il passo del San Gottardo, da poco “aperto” al transito grazie alla costruzione di un ponte sopra la “terribile gola del Diavolo”, per il quale da subito l’Imperatore chiedeva il pedaggio! I Cantoni decisero anch’essi di opporsi come i Lombardi e immediatamente si rifiutarono di pagare, fondando la loro lega: l’embrione della odierna Confederazione. Da parte nostra ancora un “grazie” agli abitanti delle città lombarde!

Anche ora le Comunità del luogo sanno come muoversi nei momenti di crisi: il piccolo Comune di Seelisberg con 700 anime è un esempio di come può crescere l’economia quando c’è collaborazione!

Il 33% degli abitanti si occupa di agricoltura, il 33% di commercio ed il 33% di turismo. Il loro spirito, molto aperto, permette a non pochi di lavorare in due o tre di questi settori, a stretto contatto con

i “consumatori”.

Chi fa il contadino spesso è anche fornitore di latte e formaggio per gli alberghi. La moglie magari lavora alcune ore per l’Ufficio del Turismo, organizzando le visite dei “crocieristi dei battelli del Reno” che, arrivati a Basilea, vogliono visitare la Svizzera centrale originale. Sono gruppi di 50 o più persone che prenotano una “gita giornaliera per la Svizzera autentica”: arrivati al Lago dei 4 Cantoni salgono in battello, stavolta con vista, oltre che sul blu del lago, sul verde dei prati e il bianco della neve sulle montagne; arrivati a Treib, salgono sulla ripidissima funicolare attraverso prati color smeraldo punteggiati di mucche felici… Ai croceristi si mostra l’autentica vita dei contadini con visita di fattorie e campi. Una grande attrazione, durante una bella merenda sotto gli alberi, è toccare una vera mucca e ovviamente anche bere il suo latte fresco ed assaggiarne il formaggio!

Importantissimi sono i sentieri, anzi, proprio qui, si trova il sentiero per antonomasia: “Il sentiero della Svizzera”, tracciato e lanciato per i 700 anni della Confederazione nel 1991. Questo sentiero circonda tutta la zona del lago che si trova nel centralissimo Cantone di Uri - 900'000 cammci inatori all’anno – il Cantone che insieme a Svitto e Unterwalden ha dato vita alla prima associazione confederata! Lungo il sentiero ogni Cantone - sono 24- si presenta con diverse attrazioni. Per attirare ancor più visitatori durante tutti i 12 mesi dell’anno, a Seelisberg hanno inventato un sentiero che fa conoscere la storia della Svizzera Centrale nei secoli, compreso l’avvento del turismo tra il 1700 e 1800. Un sentiero “simpaticamente educativo” con “stazioni” attrezzate di mezzi audiovisivi, per fare un tuffo nella storia. Non ci sono solo cartelli “assettici”.

Gli Uffici del turismo sia a livello cantonale e confederale , collaborano fortemente con alberghi, pensioni e campeggi ottenendo ottimi risultati, anche perchè si lavora strettamente insieme con la “spina dorsale di tutto”: il sistema di mobilità, in sintonia con il territorio e l’ambiente! Da Treib, a livello lago, la funicolare porta all’anno 110'000 persone su a 780 metri, dove è pronta una fitta rete di Autopostali -in parte proprietà della funicolare- che collega Seelisberg sia al suo interno che con gli impianti di sci vicini e collega anche il villaggio con i posti di lavoro dell’industria, sul fondovalle verso Lucerna. Dimenticavo di dire, che a Treib si arriva solo in battello da Brunnen, sull’altra parte del lago. Brunnen è una stazione della linea ferroviaria internazionale del Gottardo (Milano, Lugano ed anche Locarno). Una particolarità del luogo, che coinvolge tutti al servizio del turismo è lo scambio dei ruoli nella mobilità pubblica e nel turismo: ad es. l’autista dell’ Autopostale porta i suoi clienti fino alla stazione della funicolare, qui lo stesso diventa “Capotreno e guida turistica” fino alla stazione di “Treib”,e da Treib diventerà “Comandante” del battello fino a Brunnen (percorso di 8 minuti).

Al ritorno fungerà di nuovo da Comandnte/Capo treno ed Autista. Sempre attento ad essere anche “una guida turistica” che sa, che i clienti contenti faranno la migliore pubblicità “ bocca a bocca”!

Persino la Sindachessa di Seelisberg, Judith Durrer, consapevole del valore, si presta a questo lavoro!

Da non dimenticare: fino al medioevo, tra Uri, Ossola e Vallese c’erano rapporti commerciali diretti e fiorenti.

Walter Finkbohner