1

necrologi

statua elemosina

VCO- NOVARA- 29-06-2020--Uno dei nuovi reati inseriti

nel codice penale dal primo decreto sicurezza, è quello dell’esercizio molesto dell’accattonaggio. In vigore da circa un anno e mezzo, il reato è commesso da chiunque esercita l'accattonaggio con modalità vessatorie, insistenti e di disturbo o fingendo di avere deformità o malattie oppure ricorrendo a ‘trucchi’ per stimolare la pietà dei passanti e per farsi fare un’offerta in denaro. In questo caso, la persona sorpresa a svolgere l’attività di accattonaggio molesto, rischia l’arresto da tre a sei mesi e un pagamento da 3.000 a 6.000 euro.

E’ inoltre previsto il sequestro delle cose che sono servite a commettere il reato. Trattandosi di un reato contravvenzionale e non di una sanzione amministrativa, si discute se ad esempio la Polizia municipale possa agire contro chi commette il reato o è necessaria la presenza di altre forze dell’ordine. Anche in questo caso vale la regola generale: la Polizia municipale, in veste di polizia giudiziaria, può senz’altro procedere alla denuncia penale di chi commette il reato e al sequestro di quanto in suo possesso, in attesa che il sequestro venga convalidato dal magistrato competente; può inoltre predisporre tutti gli atti previsti dalla legge per portarlo al processo.

Carlo Crapanzano