1

necrologi

italia vittoria dita

VCO- NOVARA- 25-05-2020-- Hei raga, non fai in tempo a tornare

sul suolo natio, sei in quarantena, fai fatica a riprenderti dal jet lag e subito ti ritrovi con armi e bagagli in piena bolgia in un fanta girone dantesco. Chi come me sperava che in quattro mesi fosse cambiato qualcosa ha dovuto subito rassegnarsi al solito tran tran.

Partiamo dal Governo, sempre più impegnato a navigare a vista con obiettivi di piccolo cabotaggio, cioè salvare le cadreghe e quindi le prebende. Ne volete una prova, eccola! I grillini di onestà,onestà,onestà in un nano secondo hanno rinnegato: Tav,Alleanze, Mes,Tap e rendicontazione delle spese, tradotto in parole povere si sono trasformati in una casta come tutti gli altri. Prossimo passo eliminare il vincolo di mandato onde poter riproporre Raggi ed Appendino.

Non bastasse il governicchio salvato dal Covid ormai litiga su tutto, ma i componenti si spalleggiano come gli ubriachi quando è ora di tornare a casa. Del resto parliamo di una armata Brancaleone, ove manca cultura di base e conoscenza di politica anche elementare. Per carità di patria non voglio infierire su un professore di storia dell’arte con faccia da impiegato del catasto spacciato per esperto di economia, una ministra della Pubblica Distruzione totalmente impreparata, altri componenti della compagine che appaiono comparse del film “turisti per caso”. In effetti la squadra più che il Real Madrid sembra il Borgorosso , con il conte Tacchia al posto di Oronzo Canà. L’indirizzo politico appare improntato a cetto La Qualsiasi, nel senso che va bene tutto ed il suo contrario. La tensione sale, il popolo è senza soldi e questi pensano di distribuire due miliardi di qui e cinque o più di là, peraltro ad azienda ormai straniera con sede fiscale in Olanda e operativa in Inghilterra!

Non bastasse, acque agitate anche in seno alla Magistratur,a ove il potere giudiziario sta implodendo travolto da presunti scandali a sfondo politico-giudiziario. Problemi con crisi di identità anche a destra, ove ognuno gioca la sua partita. Forza Italia con il solito cerchiobottismo in cerca di un recupero che tarda a venire. FDI in verità non va malaccio, poiché le va dato merito nel bene e nel male di essere sempre stata coerente con le sue posizioni e ciò ha pagato portandola ad un 14,5% più che lusinghiero, chiaramente pescando dagli alleati molto ondivaghi. Discorso a parte va fatto per la Lega, che deve decidere su cosa fare da grande, poiché parliamoci chiaro, è ormai un fatto incontrovertibile che con l’attuale leadership non si va da nessuna parte! Primo, finite le piazze ed i migranti Salvini si è sciolto come neve al sole, ma il problema è un altro! Con Salvini capitano puoi avere anche il 30% ma resti brutto sporco e cattivo e non vai da nessuna parte, tradotto in soldoni non ti si fila nessuno ne qui ne in Europa. Meglio anche solo un 20% con l’ala amministrativa di Giorgetti, Zaia, Bagnai etc. che renderebbero i moderati più tranquilli che non in mano all’ala barricadera ed oltranzista. Parliamoci chiaro un Maroni miglior Ministro dell’interno degli ultimi trenta anni è un politico di razza, e oggi nella Lega questa è obiettivamente merce rara. Al Centro poi siamo al remake del “ Mucchio Sevaggio”, manca solo William Holden e poi ci siamo tutti, Toti , Calenda , Renzi , tutti uniti appassionatamente in un centro che ormai esiste solo sulla carta!

Ok dai beviamoci sopra e poi si vedrà.

Max Polli 25/5/2020